Home - Didattica - Progetti Europei

Cosa sono i Fondi Strutturali Europei?   (fonte : http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/istruzione/pon/2014_2020/fondi_cosa_sono)

I Fondi strutturali e di investimento europei (Fondi SIE) sono i principali strumenti finanziari della politica regionale dell'Unione europea il cui scopo è quello di rafforzare la coesione economica, sociale e territoriale riducendo il divario fra le regioni più avanzate e quelle in ritardo di sviluppo (art. 174 TFUE).
I Fondi SIE si inseriscono all'interno della politica di coesione, definita dal Trattato sull'Unione come obiettivo fondamentale del processo di integrazione economica europea. La politica di coesione sostiene la creazione di posti di lavoro, la competitività tra imprese, la crescita economica, lo sviluppo sostenibile e il miglioramento della qualità della vita dei cittadini in tutte le regioni e le città dell'Unione europea. Nell'ambito della finalità generale della coesione, ciascuno dei Fondi Strutturali (Fondo Sociale Europeo e Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale) persegue specifiche missioni (cfr box "Le missioni dei due Fondi Strutturali"). La politica di coesione fornisce il quadro di riferimento necessario alla realizzazione degli obiettivi della strategia Europa 2020 per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva nell'Unione europea entro il 2020.
La politica di coesione si basa sul cofinanziamento nazionale o regionale. Si tratta di un sistema che induce gli Stati membri a mantenere il loro impegno di investimento e di crescita anche in periodi di recessione. Inoltre, gli interventi finanziari dell'Unione devono essere aggiuntivi rispetto alla ordinaria spesa pubblica degli Stati, secondo il principio dell'addizionalità sancito dai regolamenti europei.
Le risorse previste da questi fondi vengono distribuite secondo una programmazione settennale.

Al fine di rafforzare il sistema dell'istruzione e della formazione, il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR) ha già promosso la realizzazione di interventi finanziati dai Fondi Strutturali durante tre cicli di programmazione (1994-1999; 2000-2006 e 2007-2013).
Per il periodo di programmazione 2014-2020, il MIUR sarà responsabile dell'attuazione del Programma Operativo Nazionale "Per la Scuola. Competenze e ambienti per l'apprendimento", che prevede interventi di sviluppo delle competenze, finanziati dal FSE, ed interventi per il miglioramento degli ambienti e delle attrezzature per la didattica, finanziati dal FESR.

LE MISSIONI DEI DUE FONDI STRUTTURALI
Il Fondo Sociale Europeo (FSE), istituito nel 1957 nell'ambito del Trattato di Roma, investe nelle persone, riservando speciale attenzione al miglioramento delle opportunità di formazione e occupazione. Si propone, inoltre, di aiutare le persone svantaggiate a rischio di povertà o esclusione sociale. Ha il compito di intervenire su tutto ciò che concorre a sostenere l'occupazione mediante interventi sul capitale umano. Il FSE si concentrerà su quattro obiettivi tematici della politica di coesione: la promozione dell'occupazione e il sostegno alla mobilità dei lavoratori; la promozione dell'inclusione sociale e la lotta contro la povertà; l'investimento in istruzione, competenze e apprendimento permanente; il miglioramento della capacità istituzionale e l'efficienza dell'amministrazione pubblica.
Il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), istituito nel 1975, mira a consolidare la coesione economica e sociale regionale investendo nei settori che favoriscono la crescita al fine di migliorare la competitività, creare posti di lavoro e correggere gli squilibri fra le regioni. Il FESR finanzia, inoltre, progetti di cooperazione transfrontaliera. Tale fondo concentra gli investimenti su diverse aree prioritarie chiave: innovazione e ricerca; agenda digitale; sostegno alle piccole e medie imprese (PMI); economia a basse emissioni di carbonio. Il FESR riserva particolare attenzione alle specificità territoriali. La sua azione mira a ridurre i problemi economici, ambientali e sociali che affliggono le aree urbane, investendo principalmente nello sviluppo urbano sostenibile.

PROGETTI DEL REGINA MARGHERITA  cosa sono i programmi?
Erasmus plus Erasmus Plus è il programma dell’Unione europea per l’Istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport 2014-2020
MIGRATIONS: Broadcasting a new out look

MYSTY: My Digital Story Telling
Comenius Il programma settoriale Comenius riguarda tutto l'arco dell'istruzione scolastica, dalla scuola dell'infanzia fino al termine degli studi secondari superiori: risponde alle esigenze didattiche e di apprendimento di tutte le persone, gli istituti e le organizzzioni coinvolte in questo tipo di istruzione.
Fondi strutturali europei 2014-2020 I fondi strutturali sono gli strumenti di intervento creati e gestiti dall'Unione europea per finanziare vari progetti di sviluppo all'interno dell'Unione europea. Gli obiettivi principali dei fondi strutturali sono tre: la riduzione delle disparità regionali in termini di ricchezza e benessere, l'aumento della competitività e dell'occupazione e il sostegno della cooperazione transfrontaliera. I fondi strutturali impegnano il 37,5% del bilancio complessivo dell'Unione europea. 
Seguendo il link a sinistra informazioni sui progetti in attivazione al Regina Margherita nel periodo 2014-20
Fondi strutturali europei 2007-2013 I fondi strutturali sono gli strumenti di intervento creati e gestiti dall'Unione europea per finanziare vari progetti di sviluppo all'interno dell'Unione europea. Gli obiettivi principali dei fondi strutturali sono tre: la riduzione delle disparità regionali in termini di ricchezza e benessere, l'aumento della competitività e dell'occupazione e il sostegno della cooperazione transfrontaliera. I fondi strutturali impegnano il 37,5% del bilancio complessivo dell'Unione europea. 
Seguendo il link a sinistra informazioni sui progetti attivati dal Regina Margherita nel periodo 2007-13
Logo del progetto ESABAC  Il progetto EsaBac  dà agli studenti la possibilità di conseguire un doppio diploma: l'Esame di Stato italiano e il Baccalaureato francese 
Programma Leonardo da Vinci 2007-2008 :programma di mobilità che ha visto 30 alunni in tirocinio in GB presso agenzie ed enti del terziario e nell’ambito turistico e 20 alunni in Spagna in diversi musei.

2007-2008 Programma Leonardo da Vinci, vede uno scambio tra i docenti di un istituto di Costanza, Romania e il nostro liceo confrontandosi sul tema della valutazione.
progetto arion
Progetto ARION
 Con accesso anche ai docenti del liceo linguistico affinché le professionalità possano arricchirsi attraverso aggiornamenti e confronti con altre scuole europei e ricadere sui nostri curricoli scolastici, l’istituto ha promosso nel 2002-03 il Progetto ARION “La dimensione europea della scuola: rapporto istruzione mondo del lavoro”- scambio professionale.

ALTRI PROGETTI EUROPEI





























Mobilità Comenius per l’aggiornamento in servizio concesso ai docenti per frequentare dei corsi, non solo linguistici ma anche didattici e di metodologia;

Visite preparatorie per nuovi progetti europei permettono ai docenti ulteriori momenti di scambio e di confronto a livello didattico;

Dal 2010, l’istituto prepara linguisticamente i propri docenti al fine di poter impartire lezioni in CLIL (Content and Language Integrated Learning) attraverso le lingue veicolari di inglese e francese., come dettato dalla Riforma Gelmini.

Le occasioni di mobilità non passano solo attraverso i progetti Comenius/Erasmus, ma anche grazie a concorsi e alla partecipazione a forme di cittadinanza attiva. Tra questi, ricordiamo:

2007 Il nostro liceo ha accolto 18 ragazzi rumeni per corsi di lingua e cultura italiana e esercitazioni multimediali.

Viaggio Premio in Germania - 2007 (un mese a Bonn e Berlino), campus internazionale offerto dall’Ambasciata Tedesca, vinto da un nostro allievo del Linguistico (2 in tutta la Sicilia) ;

Partecipazione al Campus Europeo in occasione della firma della Trattato Costituzionale Europeo ad Orvieto;
Concorso Euro-scuola “Quale futuro per l’Europa?” con Viaggio-premio a Strasburgo;

Partecipazione al MEP ( Modern European Parliament) – selezioni regionali;

Parteciapzione al concorso “Col Tedesco in Europa” – attribuito il 2° premio ad una studentessa del “Margherita”;

Gli stage / soggiorni studio all’estero promossi ogni anno per le destinazioni dove si parlano le lingue studiate. Solitamente della durata di 7 giorni con frequenza di corso di lingua e soggiorno presso le famiglie locali. Questo tipo di soggiorno è un primo approccio alla cultura, vivendo spesso per la prima volta fuori casa, spostandosi tra scuola e famiglia in una città sconosciuta e mettendosi alla prova nel mondo vero.

Riguardo ai gemellaggi, il nostro liceo è coinvolto veramente in tanti, specialmente nell'anno 2014-15.
Oltre ai nostri partners storici, Finlandia e Ungheria, da quest’anno abbiamo aggiunto l’Inghilterra e la Francia. In passato e tutt’ora restiamo in contatto con tutti ed abbiamo anche allacciato e portato avanti diversi scambi con la Serbia e la Spagna.

Grazie agli ultimi flussi economici della Comunità Europea e promossi dalla Regione Sicilia, i programmi PON (Piano Operativo Nazionale) C1 / C5 hanno concesso, negli ultimi quattro anni – su progettazione del liceo linguistico – ben otto mobilità in Spagna, Germania, Francia e Inghilterra per stage linguistici di quattro settimane offrendo l’occasione di approfondire la conoscenza linguistica dei nostri discenti, mettendosi alla prova con le diversità culturali nonché sottoponendosi ad esami per la certificazione linguistica di livello B2 e raggiungend,o così,, gli standard richieste dal MIUR alla fine del percorso scolastico.

Nel PON C5 i ragazzi si sono misurati con il mondo del lavoro acquisendo l’Europass.
Lo scopo di un liceo linguistico deve essere quello di garantire il più possibile le occasioni di incontri e confronti, pertanto ogni anno, in chiave diversa, si ospitano studenti di tutto il mondo con l’aiuto di Intercultura, associazione di mobilità studentesca mondiale. Il nostro liceo ha ospitato per un anno intero ragazzi dalla Cina al Brasile, dagli USA all’Austria, mentre qualcuno dei nostri allievi ha soggiornato in paesi come Stati Uniti e Germania.

Sempre sottoforma di ospitalità, già da due anni il liceo accoglie stagisti provenienti da tutto il mondo attraverso il programma AIESEC. Questi sono studenti laureandi, o appena laureati, spesso in transito per il master, che si mettono a disposizione per sei settimane per tenere lezioni su argomenti trasversali in cui sono esperti, veicolando contenuti in lingua inglese e portando il loro bagaglio culturale che aiuta ad aprire le menti dei nostri alunni.
Altra occasione di ospitare laureandi o neo laureati è fornita dal programma di Traineeship europeo – si tratta di tirocinanti che vengono a integrare le normali attività curriculari con le conoscenze specialistiche di cui sono in possesso. Negli anni il nostro liceo ha ospitato per periodo che vanno da tre a dieci mesi, tirocinanti Tedeschi, Spagnoli, Portoghesi. Ognuno di questi ha usato la lingua inglese e la loro per comunicare, dando anche un apporto europeista alla scuola; inoltre hanno lavorato con gli alunni in progetti promossi da loro con lavori multimediali e pubblicazioni, promuovendo lezioni CLIL, già prima che il Ministero ne parlasse, nelle discipline di Storia dell’Arte, Diritto ed Economia, Geografia.

Altre attività portati avanti per l’approfondimento e potenziamento delle lingue sono legate a corsi linguistici per le Certificazioni D.E.L.F. (Diplome d’études langue franÇaise) –– DELE (Certificazione della lingua Spagnola); Trinity (certificazione della lingua Inglese), l’istituto è anche sede di esame Trinity; e da qualche anno, la certificazione IELTS per la lingua inglese.

La fruizione di performance dal vivo in lingua sono proposte ogni anno attraverso musical, teatro e cinema, tra cui cineforum al Goethe Institut e al Centro Culturale Francese, Palermo; e il Palketto stage proveniente dai paesi europei. Talvolta il cineforum in lingua viene proposto all’interno dell’istituto per approfondire argomenti di attualità o di letteratura.